skip to Main Content
Contatti +39 0543 092074‬     +39 347 7331152 creative@raffaeleturci.com

New York, inaugura una grande mostra dedicata al Graffiti writing

La casa d’aste Phillips presenterà a New York una nuova mostra dedicata agli ultimi 50 anni del fenomeno culturale del graffitismo.

“I graffiti sono l’unica forma d’arte con cui ogni singolo americano ha avuto un’esperienza diretta. Suscitano sempre una risposta che va dalla riverenza all’indignazione. 1970S / GRAFFITI / TODAY mira a voltare pagina, spostando il paradigma e concentrandosi sul rapporto tra graffitisimo e arte contemporanea nel XX e XXI secolo. È importante elevare questo fenomeno culturale e riconoscere tutti i grandi artisti che hanno partecipato al suo sviluppo, tra cui Jean-Michel Basquiat, Chaz Bojórquez, CRASH, Al Díaz, EKLIPS, Fab 5 Freddy, FUTURA, Keith Haring, HAZE, KAWS, KRUSH , Lady Pink, Mister Cartoon, Lee Quiñones e tanti altri. Non vediamo l’ora di celebrare queste opere a New York, una città che ha avuto un ruolo così significativo nella storia del fenomeno. 1970S / GRAFFITI / TODAY darà il via alla stagione primaverile alla PHILLIPS.” ha dichiarato Arnold Lehman.

 

 

Composta da circa 150 opere riunite grazie al contributo di artisti, gallerie, collezionisti privati, la mostra, che include anche importanti prestiti dalla collezione Sidney Janis del Brooklyn Museum, è una retrospettiva unica che celebra una delle forme d’arte più accessibili al mondo.

La mostra sarà visibile presso la sede di New York di Phillips, al 432 di Park Avenue, fino al 20 febbraio 2022.

 

 

Mostre sui Graffiti, l’enorme interesse mostrato in Italia

Nel 2013, la più importante fotografa di graffiti, Martha Cooper, è stata ospite della mostra interamente dedicata al suo lavoro. La fotografa americana ha documentato con i suoi scatti il mondo dei graffiti, dagli anni ’80 ad oggi. Una grande mostra la celebra a Palazzo Incontro a Roma.

… continua su: https://www.fanpage.it/cultura/martha-cooper-tutta-la-street-art-nelle-sue-fotografie/

… anche qui: https://www.igersitalia.it/martha-cooper-dagli-anni-80-ad-oggi-la-street-art-si-salva-solo-con-la-fotografia/

L’occasione che ci fa raccontare di Martha Cooper e della sua straordinaria attività è la mostra Street Signs, organizzata a Palazzo Incontro a Roma, nell’ambito della manifestazione Outdoor Urban Art Festival. Fino al 29 settembre, nella sede di via dei Prefetti, sono esposti numerosissimi scatti della celebre Kodak Girl, che a tutt’oggi si presenta sbarazzina e affabilissima, in scarpe da ginnastica, T-shirt e con orecchini a forma di macchina fotografica. Questa era la sua mise il giorno dell’inaugurazione della mostra a Palazzo Incontro, quando ci ha concesso un’intervista, durante la quale, tra l’altro, ci ha mostrato, quasi come si fa tra amici, le foto dei murales visti a Roma e caricati sul suo Instagram.

 

 

 

Phillips NY
www.phillips.com

Tratto da EXIBART
Leggi l’articolo originale 

Back To Top
Cerca