fbpx
skip to Main Content
Contatti +39 0543 092074‬     +39 347 7331152 creative@raffaeleturci.com

Gen Z: come comunicare con le nuove generazioni

Bye bye Millennials, benvenuta Gen Z! Chi sono i nuovi giovani? Cosa vogliono? Ma soprattutto: come comunicarglielo? Niente paura e una sola parola d’ordine: onestà.

 

Che ne sanno i duemila, si diceva tempo fa sui social a mò di sfottò di una generazione ancora troppo neonata per “saperne”. La verità è che ne sanno, eccome se ne sanno. La Gen Z è la prima ad essere nata con internet: non sapranno quindi riconoscere il suono del modem 56k che si collega alla rete, ma sanno sicuramente riconoscere un titolo clickbait da uno scritto onestamente, un feed originale da uno noioso.

La parola chiave di questa generazione è onestà: inutile provare ad attirare la loro attenzione con false e facile promesse, bisogna essere concreti, corretti e integri. Comunicare quello che si è realmente, nessuno specchietto per le allodole che tanto non ci cascherebbero perché sono loro i veri nativi digitali.

 

 

Abitudini d’acquisto dei Gen Z: l’importanza dell’influencer marketing

Per quanto riguarda le loro abitudini d’acquisto, i Gen Z presentano caratteristiche particolari: da un lato sono molto propensi ad acquistare sui social – il che non è affatto una sorpresa se pensiamo che uno degli hashtag più in tendenza su TikTok sia #TikTokMadeMeBuyIt; dall’altro non sono consumatori fedeli, cambiano spesso brand e lasciano feedback e recensioni su social e siti.

QUALCHE CONSIGLIO PER UNA COMUNICAZIONE A PROVA DI GEN Z

Ovviamente, per la generazione nata con lo smartphone in mano è fondamentale essere presenti sui canali digitali, sito e social innanzitutto. Come ripetiamo sempre, non basta esserci, ma bisogna farlo nella maniera più corretta. In questo caso, per attrarre i consumatori di oggi e domani, è fondamentale:

  • utilizzare tutti gli strumenti a disposizione, Reels in primo luogo;
  • cercare di regalare un’esperienza ingaggiante e originale all’utente: il sito di Contraste, ad esempio, fa dell’originalità il suo biglietto da visita e salta all’occhio fra tanti siti vetrina simili;
  • conversare con gli influencer (a proposito, qua trovate i dati più recenti sull’influencer marketing) regalando loro delle experience #suppliedby o realizzando dei contenuti #branded;
  • fare particolare attenzione alle recensioni: assicuratevi che canali come TripAdvisor siano sempre puliti e aggiornati!

 

Back To Top
Cerca